“Will Smith non è abbastanza nero per essere Richard Williams”, scoppia la polemica

Nuove accuse di "Colorism" all'industria di Hollywood...
will smith king richard

Dopo aver appreso che Will Smith interpreterà in un biopic Richard Williams, padre e allenatore delle celebri sorelle tenniste, il Web è stato assalito da una nuova polemica.

Pare che gli utenti non vedano di buon occhio la faccenda a causa del colore della pelle di Smith, troppo “poco nera” per poter ricoprire il ruolo dell’uomo. Sono stati proposti quindi altri nomi, come Idris Elba, Don Cheadle e Mahershala Ali.

In merito alla questione si è espresso anche l’attivista George M. Johnson: “Così come Chadwick Boseman non avrebbe dovuto interpretare Thurgood Marshall, Will non dovrebbe vestire i panni di Richard. Il colore della pelle è importante per come le persone vengono trattate”. Un altro utente si chiede: “Perché Smith interpreta sempre uomini dalla carnagione più scura di lui quando esistono tanti attori molto più adatti?“. Qualcuno invece suggerisce che Ali ed Elba non siano stati contattati perché di gran lunga “più impegnati e richiesti” di Smith.

La colpa sarebbe da attribuire al cosiddetto “Colorism”, ovvero il trattamento preferenziale in base al colore della pelle.

Potete leggere diverse testimonianze qui.

Il biopic, dal titolo King Richard, seguirà gli esordi delle sorelle Williams allenate dal padre. L’uomo, oggi 77enne, fu allenatore delle figlie, portandole alla ribalta sportiva. La particolarità della vicenda è proprio nella storia di Richard: uno spettatore autodidatta trasformatosi in un coach preparatissimo e ideatore di allenamenti bizzarri e innovativi.

Alla sceneggiatura del film troveremo Zach Baylin. Smith figurerà come produttore e, stando ad alcuni rumor, anche come regista. Tutto ovviamente da confermare. 

Le riprese di King Richard dovrebbero iniziare nel corso dell’anno. 




Categorie
News
Claudia Bighi

Redattrice, Ufficio Stampa e Gestione Social per ATL, su cui scrive e sdrammatizza. Dal 1990 abusa di pasticche di Cinema ma ha sempre rifiutato il rehab.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua