X-Men: Dark Phoenix – La recensione

La recensione dell'ultimo capitolo della saga degli X-Men, da giugno al cinema ...
x-men

Arriva nelle sale italiane dal 6 giugno X-Men: Dark Phoenix, l’ultimo capitolo della saga dei Mutanti. Alla regia non troverete Bryan Singer (aveva altro da fare…) ma Simon Kinberg, già sceneggiatore dei precedenti capitoli. È l’ultimo capitolo perché, come probabilmente già saprete, Disney/Marvel ha riacquisito i diritti sugli X-Men e il reboot dovrebbe arrivare da qui ai prossimi 5 anni.

La trama del film ruota attorno al “passaggio al lato oscuro” della Jean Grey di Sophie Turner, accompagnata su questo sentiero da Jessica Chanstain (incredibilmente non tagliata dal montaggio finale). Nel cast ritornano, naturalmente, tutti i volti noti: Michael Fassbender, Jennifer Lawrence, James McAvoy, Nicholas Hoult (il non Batman) e Evan Peters.

Quasi sicuramente leggerete in giro che X-MenDark Phoenix un film nefasto, pieno di problemi. In realtà, a ben vedere, ce ne sono solo due. Il primo è che Quicksilver non ha una sua sequenza di montaggio musicale come negli altri film, ed è davvero un grande peccato. Quella sulle note di Sweet Dreams in X-Men: Apocalypse è la migliore in assoluto di tutto il franchise. Il secondo problema è che durante le riprese probabilmente non sapevano sarebbe stato l’ultimo capitolo, e dunque non troverete il finale propriamente conclusivo.

Naturalmente i due problemi sopra citati riguardano il film già finito: per tutte le tribolazioni in fase di riprese non basterebbe un saggio, se considerate che i reshoot hanno cambiato l’ambientazione di gran parte del terzo atto dallo spazio…a un treno. Sì, avete capito bene.

Certo, il film contiene al suo interno una svolta di trama relativa a un personaggio piuttosto drastica che potrebbe scioccarvi… Ma Tywin Lannister vi risponderebbe probabilmente “Nonsense”: optare per quella scelta è stato coraggioso. Non sarà il miglior capitolo del franchise, ma nessuno può mettereX-Men: Dark Phoenix in un angolo. E comunque, se volevate il cinecomic definitivo siete in ritardo di un mese e mezzo.

Categorie
NewsRecensioni
Emanuele Paglialonga

Classe 1995, autore e sceneggiatore. Mi raccomando con questa cosa del cinema.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua