X-Men: i nostri sei suggerimenti per un nuovo reboot

Gli X-Men sono in difficoltà. E mentre la Fox cerca un piano per rilanciarli con un nuovo reboot, noi le suggeriamo un piano in sei facili mosse
x-men: dark phoenix

Nelle ultime settimane si è diffuso online un rumor che vorrebbe la Fox pronta ad un nuovo reboot del franchise degli X-Men. Che si tratti di una rivoluzione totale o di un soft reboot, i mutanti della Marvel non se la passano benissimo, e nelle intenzioni della major sembra regnare il caos. Da un lato c’è l’enorme ed inaspettato successo di Deadpool, il cui sequel sembra pronto a partire dopo aver perso regista e compositore, mentre dall’altro abbiamo l’incredibile flop di X-Men: Apocalisse, capace di incassa meno del suo predecessore e di deludere gran parte della critica e del pubblico. Cosa fare allora? Noi ci siamo permessi di stilare una lista di sei punti, cinque passaggi che la Fox dovrebbe utilizzare per dare nuova linfa vitale al suo franchise.

1.ADDIO BRYAN SINGER 

X-Men

Basta con il passato, la prima cosa da fare è dire addio a chi il franchise degli X-Men l’ha creato (e forse l’ha anche distrutto). L’ultima corsa di Singer nel mondo dei mutanti si è rivelata un disastro, contribuendo ad affossarne il nome e a spingere la Fox verso l’idea di un reboot. Ma non solo, Singer è anche sembrato troppo attaccato ad un concetto di cinecomics datato e vecchio, lontano dai recenti sviluppi del genere. Oltre a lui, anche Simon Kinberg dovrebbe lasciare il suo posto da sceneggiatore, dando spazio ad una visione nuova e fresca del franchise.

2. JENNIFER LAWRENCE, MICHAEL FASSBENDER E JAMES MCAVOY NON CI SERVONO 

x-men-linizio-michael-fassbender-james-mcavoy-jennifer-lawrence-rose-judith-esther-byrne-foto-dal-film-2_big

Tra i grandi dubbi della Fox c’è se proseguire o meno con il cast della seconda trilogia degli X-Men. Jennifer Lawrence, Michael Fassbender e James McAvoy sono tre interpreti di indubbio talento, ma i loro nomi non sono bastati a portare in alto la saga. Dei tre film che li hanno visti protagonisti, solamente Giorni di un Futuro Passato è riuscito ad imporsi al botteghino, mentre L’Inizio ed Apocalisse si sono dimostrati degli insuccessi commerciali. Un caso?

3. MANDIAMO WOLVERINE IN FERIE 

hugh-jackman-as-wolverine

Dopo tanti anni di onorata carriera nei panni di Wolverine, Hugh Jackman appenderà il costume al chiodo con Logan. Il mutante artigliato si è da sempre dimostrato l’arma in più del franchise, intervenendo nei momenti di difficoltà, spesso anche con delle apparizioni poco credibili (qualcuno ha detto Apocalisse?). La tentazione potrebbe quindi essere quella di riportare il personaggio sullo schermo con un nuovo volto, ma siamo sicuri che sarebbe la scelta giusta? Il pubblico potrebbe dimostrarsi più attaccato all’interprete che al personaggio, rimanendo spiazzato da un recasting troppo rapido. Da qui il punto successivo…

4. CERCHIAMO DEI NUOVI PROTAGONISTI 

deadpool-gallery-03

Messo da parte Wolverine, la scelta migliore da fare sarebbe quella di cercare dei nuovi protagonisti su cui incentrare il franchise. Per nostra sfortuna i sei film della saga principale hanno visto le apparizioni di svariati personaggi, spesso anche per un brevissimo cameo. Come fare? Valorizzare chi ha avuto poco spazio sarebbe un’ottima idea, magari dando importanza a dei personaggi poco sfruttati come Kitty Pride, o utilizzando i protagonisti dei prossimi spin-off. Secondo alcuni rumor i film dedicati a Deadpool e compagni non dovrebbero subire variazioni, e allora perché non renderli la base del nuovo corso degli X-Men?

5. IL MODELLO MARVEL STUDIOS

captain-america-civil-war-come-stata-realizzata-sequenza-all-8217-aeroporto-v2-261466-1280x720

Mentre la concorrenza andava in una direzione, la Fox andava nell’altra. Se negli ultimi anni lo standard sembra essere diventato quello dei film singoli che si riuniscono in un cross-over, il franchise degli X-Men ha sempre funzionato in senso opposto, producendo film di massa pieni di personaggi bidimensionali. In questo modo si sono sacrificate delle pedine importanti come Ciclope e Jean Grey, relegate a personaggi di secondo piano. Perché invece non seguire il modello indicato dai Marvel Studios, producendo una serie di stand-alone da riunire poi in un grande cross-over? Deadpool sarebbe il personaggio più indicato per tracciare questa nuova strada, riuscendo anche a distinguere il nuovo gruppo di mutanti da quello precedente. Bisognerebbe poi riportare in auge il progetto su Gambit, crearne di altri e dare spessore alle seconde linee poco sfruttare.

6. I FANTASTICI 4, MA A PICCOLE DOSI

fantastic-four-2015

Cosa ne sarà dei Fantastici 4 dopo il flop del film di Josh Trank? Intorno al quartetto regna il silenzio più assoluto, tra chi vorrebbe rivederli in mano ai Marvel Studios e chi li lascerebbe riposare per molto tempo. Kevin Feige ha detto più volte che un accordo con la Fox è quantomai improbabile, da qui l’idea di reintrodurre i personaggi in modo parziale, seminando indizi e cameo nel corso degli altri film. Reed Richards potrebbe entrare in contatto con Xavier, magari dopo che un notiziario ha raccontato il disastro della loro spedizione. Il tutto attraverso una scelta di casting che sia a metà tra quanto visto in passato: non troppo adulti come visto nei film di Tim Story, ma nemmeno gli adolescenti della versione firmata Trank.

Questi sono i nostri suggerimenti, speriamo che qualcuno alla Fox possa capitare per caso sulle nostre pagine e lasciarsi ispirare da questa lista. Ovviamente la nostra rimane una speranza, ma fateci sapere se anche voi condividete queste idee, o magari quali aggiungereste a questa lista.

Categorie
FeaturedNewsRubriche
Francesco Martino

Scrivo di cinema e faccio le pubblicità.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua